Uncategorized

A New York

Ho deciso di scrivere in quattro righe quello che è stata la mia piccola vacanza nella grande mela. Dando qualche consiglio ma solamente legato a quello che è stata la mia esperienza non sono una esperta newyorkese, mi piacerebbe molto ma purtroppo sono solo miamense, però credo che i consigli siano sempre ben accetti e più informazione non guasta mai!

Vi dico che è stata una vacanza lampo quindi avevo a mia disposizione solamente 3 giorni per conoscere il più possibile e tornare a casa soddisfatta. Da molto tempo sognavo con visitare New York preferibilmente sotto il periodo natalizio l’attesa ne è valsa la pena! Il mio sogno si è avverato con 100 e lode. image

Non datemi dell’egoista, cattiva madre e tanti altri insulti se vi dico che è stato bellissimo stare io e mio marito da soli per un weekend. Le bambine mi sono mancate tantissimo ma da molto tempo non passavamo del tempo da soli. Così senza preamboli abbiamo “mollato” le piccole con la nonna e siamo corsi via.

Siamo arrivati un venerdì alle 11 e confrontare i 3 anni di palme sole e i 30 gradi di Miami con i 10 di New York è stato per un attimo uno shock. Ormai poco abituati a temperature così basse siamo corsi a comprare abbigliamento adatto! (Una piccola giustificazione per fare shopping)

image

A Manhattan è possibile trovare veramente di tutto, dal vintage, alla elettronica più tecnologica, fino ai marchi di moda più prestigiosi, dalla 5th Avenue a Chinatown è possibile veramente trovare l’immaginabile

In realtà noi non avevamo intenzione di fare shopping dato che a Miami si compra molto bene ma … Vuoi non entrare in un negozio qualsiasi a newyork e uscire con una busta?

Se venite dall’Italia a visitare New York o qualsiasi altra città americana magari per la prima volta ricordate che Negli Stati Uniti l’IVA non è inclusa ad esempio a Miami si aggiunge un “imposta sulle vendite” del 7% sugli articoli acquistati, imposta che non è segnata sul cartellino del prezzo o sul menù. La tassa verrà aggiunta al prezzo nel conto finale alla cassa. L’IVA è diverso per ogni stato. Ad eccezione della benzina, Alcol, sigarette, medicinali, pasti al ristorante, abbigliamento, elettronica, gioielli, e molti altri articoli, sono soggetti ad una tassa da aggiungere al prezzo alla fine. Tenetelo presente!

image

Fuori dall’aeroporto c’era una fila gialla infinita di taxi, avevo messo nel mio itinerario fermare un taxi a New York e fare un giro, secondo me è una dell’esperienze da fare ma per una distanza così lunga mi sono affidata al mio grande amico Californiano UBER per chi non lo sa
Uber è un’azienda che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un’applicazione software mobile che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti.

Le auto possono essere prenotate usando l’applicazione mobile, tramite la quale i clienti possono inoltre tenere traccia in tempo reale della posizione dell’auto prenotata. Il costo è molto meno rispetto ad un taxi normale, il pagamento, inoltre, non è effettuato direttamente tra il conducente e il cliente, ma direttamente tra quest’ultimo e Uber, attraverso una carta di credito

Il prezzo varia in base al servizio offerto. Uber mette a disposizione opzioni diverse, corrispondenti a diverse fasce di qualità del servizio:
* UberX – L’opzione low cost di Uber, la corsa è effettuata su un’utilitaria.
* UberSUV – L’autista sarà a bordo di un SUV.
* UberXL – L’autista sarà a bordo di un’auto con 6 o più posti.
* UberLUX – La corsa avviene attraverso un’auto elegante e costosa

Con l’opzione UberPool si può risparmiare fino al 40% L’idea è quella di condividere i costi della corsa con qualcuno che deve effettuare un percorso simile

A New York I servizi pubblici funzionano molto bene e con la metropolitana si può arrivare ovunque, dicono che sia anche molto semplice da usare e immagino che chi viene da Milano o Roma abituati a usare la metropolitana quella di New York sia una passeggiata noi abbiamo preferito camminare, abbiamo camminato moltissimo e quando le nostre gambe si rifiutavano abbiamo usato Uber (l’app è gratis) anche se devo dire che il traffico a Manhattan è infernale!

image

Il primo giorno ancora di pomeriggio siamo arrivati a Time Square, il delirio, grattacieli altissimi, mega schermi e cartelloni pubblicitari. Molto divertente e molto bello da vedere! Non tanto diverso dalla strip de Las Vegas!
Ma io volevo vedere i punti turistici il prima possibile per poter godere della vera città apprezzare le sue bellezze e delle sue costruzioni. Perché dopo 3 anni a base di cartongesso vedere una struttura del 900 è stato come un salto nel passato!

image

Per quanto riguardano le attrazioni andate a vedere https://www.newyorkpass.com/It/
Noi non l’abbiamo fatto perché per così pochi giorni mi sembrava inutile. Alla fine avevamo intenzioni di visitare solo l’Empire State Building.image

Per chi vuole visitarlo e immagino che valga anche per il resto delle attrazioni come La statua della libertà e dovete fare la coda vi consiglio di alzarvi molto presto così troverete una fila molto ridotta paragonata alla fila immensa del pomeriggio.

Noi alle 8 eravamo dentro l’Empire comprando i biglietti. Hai due opzioni, visitare solo il piano 86 o l’86 e il 102 noi ci siamo fatti fregare dalla curiosità ma in realtà la vera bellezza sta nel piano 86. Risparmiate quei $20 il piano 102 è solo un po più alto e ad una altezza come quella un piano in più o in meno non fa differenza!image

Mangiare a New York non è un problema! per scaldarci andavamo avanti a base di beveroni da starbucks che c’è uno in ogni angolo, chioschi che vendono di tutto i hotdog a un dollaro e pretzels,” gli infiniti fast food e ci sono altrettanti ristoranti

image

Anche se non avevamo molto tempo Non potevamo andarcene senza camminare sul ponte di Brooklyn! image

Abbiamo deciso di andare fino a Dumbo Brooklyn per percorre il ponte da Brooklyn a Manhattan e non il contrario altrimenti ci lasciavamo i grattacieli alle spalle ed è un peccato. Alla fine abbiamo fatto bene Dumbo è bellissima e si può vedere completamente il ponte dal parco. image

Usciti dal ponte mio marito ha voluto visitare Lo One World Trade Center, anche noto non ufficialmente come Freedom Tower. Non ero molto entusiasta si visitare la National September 11 Memorial & Museum a dire la verità mi sono sempre commossa troppo sotto quella data, e avvicinarmi li è stato molto triste, appena ho appoggiato le mani ho guardato giù ci sono due “fontane” al posto delle torri e intorno a queste i nomi dei defunti forse è stato un caso ma il primo nome che mi è capitato di leggere era di un italiano, ho sentito una forte pressione sul petto e non riuscivo a contenere le lacrime come una bambina o come una pazza dipendendo dai punti di vista. Chiudevo gli occhi potevo sentire nella mia mente e nel mio cuore il panico e il dolore. Siamo andati via subito mentre mio marito diceva che era stata una cattiva idea andare lì. Siamo andati via ma non prima di vedere come Molti si avvicinavano e facevano il segno della croce mentre altri si facevano le foto sorridenti e addirittura saltellanti! Che cosa c’è da sorridere e di divertente io non lo so!

Abbiamo visitato la New York public library,image

Grand central terminal,

image

America Museum of natural history,image

central park image

rockefeller center image

flatiron building image

bryant park image

In ognuno di questi posti mi sentivo in un film o in qualche puntata di Gossip Girl, How I Met Your Mother o Sex and The City

Una esperienza unica che mi scalda il cuore!

Il resto delle attrazioni e i posti da visitare per mancanza di tempo le abbiamo lasciate per il prossimo viaggio magari in primavera con le bambine. Anche se mi sarebbe piaciuto molto pattinare sul ghiaccio nella pista del Bryant park andare in bici per central park vedere qualche spettacolo a Broadway prendere il traghetto fino alla statua della libertà visitare intrepid sea-air-space mangiare alla little Italy salire su qualche giostra a Coney Island, fammi una foto davanti la casa di Carry e visitare lo zoo di central park! La mia mini vacanza è stata perfetta!

Ma conto con che lo farete voi per me!

 

 

 

 

Standard